Home » Una soluzione intelligente alle difficoltà quotidiane - Creare reti di relazione per affrontare il caos di ogni giorno by Sebastiano Zanolli
Una soluzione intelligente alle difficoltà quotidiane - Creare reti di relazione per affrontare il caos di ogni giorno Sebastiano Zanolli

Una soluzione intelligente alle difficoltà quotidiane - Creare reti di relazione per affrontare il caos di ogni giorno

Sebastiano Zanolli

Published 2005
ISBN : 9788846461896
Paperback
112 pages
Enter the sum

 About the Book 

http://www.sebastianozanolli.com/cms/...In breve Se pensate che l’interdipendenza porti a risultati più grandi della somma dei singoli sforzi. Se predicate che gli altri non sono semplicemente clienti di qualche merce che dovete per forza piazzare.Morehttp://www.sebastianozanolli.com/cms/...In breve Se pensate che l’interdipendenza porti a risultati più grandi della somma dei singoli sforzi. Se predicate che gli altri non sono semplicemente clienti di qualche merce che dovete per forza piazzare. Se condividete che la vita non è una catena di rapine da compiere impuniti. Se convenite che gran parte delle disgrazie trovano la loro radice nell’incapacità di tessere relazioni mutuamente vantaggiose.Presentazionedel volume:Se pensate che l’interdipendenza porti a risultati più grandi della somma dei singoli sforzi. Se predicate che gli altri non sono semplicemente clienti di qualche merce che dovete per forza piazzare. Se condividete che la vita non è una catena di rapine da compiere impuniti. Se considerate che la raccomandazione sia un buon costume quando significa “consigliare il meglio”. Se convenite che gran parte delle disgrazie trovano la loro radice nell’incapacità di tessere relazioni mutuamente vantaggiose.Ecco, allora comprate subito questo libro. E regalatelo, se l’avete già acquistato.Dice un vecchio adagio: “Ricordati che sei unico al mondo, esatta-mente come tutti gli altri”. Ma capirlo non è sufficiente: come si regola un mondo per sua natura sociale, frutto della coesistenza di tanti individui? Dall’indifferenza al sopruso alla condivisione, lo spettro dei regolatori etici è assolutamente vario.Zanolli ribadisce un concetto scomodo: ogni singolo può trarre grande utilità dall’altro senza depauperarlo né sfruttarlo- anzi, quanto più saprà essere disponibile, tanto più si arricchirà egli stesso. Di cosa? Di contatti, di soluzioni, di informazioni, di dati, di spiegazioni e, perché no, di benessere.La rete disegna un circuito virtuoso, e ciascuno di noi è un crocevia. Che può diventare collettore e snodo di energie, oppure ostacolarle e disperderle. Tra l’egoismo più bieco e l’altruismo evangelico emerge una terza via all’appagante vivere civile: Networking. Che funziona. Chi l’ha provato, può testimoniarlo a ragion veduta. Sebastiano Zanolli è uno di loro. (Alessandro Zaltron, giornalista)